Sangue nel Redefossi

Un noir di denuncia sociale di Gino Marchitelli

A San Giuliano Milanese, dove abito e svolgo attività politico-sociale, all’inizio degli anni duemila è accaduto un fatto importante, l’eliminazione dei tralicci dell’alta tensione da alcune vie centrali della città dove si registrava un significativo aumento delle malattie tumorali.
Un grande fatto e una grande festa con notti bianche furono da corollario e festeggiamento per questa grande impresa di civiltà… ma?
Può essere che dietro a storie come queste si nascondano ben altri e più inquietanti misteri?
Leggiamolo in questo romanzo intenso che vi farà riflettere molto.

Gino Marchitelli

Una serie di delitti si verificano nell’hinterland milanese.

Il sindaco di San Giuliano Milanese è vittima di un terribile incidente mentre percorre una strada di campagna.

All’interno di un furgone incendiato e abbandonato nelle campagne del Parco Sud una raccapricciante scoperta.

Cristina, giornalista di radio popolare, con un’inchiesta ad alto rischio, si occuperà della scomparsa del sindaco scoprendo terribili intrecci tra la malavita organizzata e oscuri personaggi che gravitano intorno alla politica locale.
Sullo sfondo l’inquietante scenario dell’appalto per lo smaltimento di alcuni tralicci di alta tensione dalla città sulla via Emilia.

Che ruolo gioca la giovane africana Jasmine che ha attraversato il mar Mediterraneo durante uno dei terribili viaggi della speranza?

Perché un funzionario della fondazione Humana è scomparso senza lasciar traccia?

Quale misteri celano l’istituto Ippocrate e la cooperativa Tierra Madre?

Perché un potente uomo d’affari si reca spesso nel piccolo villaggio di Pogallo nascosto nelle montagne del Verbanese?

 

Sangue nel Redefossi

In uno scenario oscuro e terribile il commissario Lorenzi dovrà svelare la vera identità del male che si nasconde dietro la facciata di una società corrotta, complice del malaffare politico ed economico, portando alla luce anche lo squallido mondo dello sfruttamento dei migranti da parte di uomini senza scrupoli.

E forse, proprio nelle zone partigiane della Val D’Ossola, sulle Alpi della Val Grande, e nelle campagne di San Giuliano Milanese, esiste la chiave per risolvere la complessa indagine...

3 Motivi per leggere questo libro

  • Un noir avvincente tratto da una storia realmente accaduta

  • La complicità della ‘ndrangheta e della politica corrotta

  • Un tremendo segreto nascosto nel traffico di migranti

Acquista il Libro dall'Autore
Acquista il Libro su Amazon

L'autore

Gino Marchitelli

Gino MarchitelliLuigi Pietro Romano Marchitelli detto “Gino” ha lavorato per molti anni sulle piattaforme petrolifere della Saipem, per la ricerca del petrolio in mare, come tecnico elettronico.

Militante nella CGIL e in Democrazia Proletaria ha partecipato alle dure lotte dei lavoratori delle piattaforme petrolifere in mare.

Da sempre impegnato nel sociale è una persona attiva e motivata nel campo della promozione culturale-letteraria nel Paese con un’attenzione particolare alle fasce popolari colpite dalla crisi e dal degrado sociale ed economico che stiamo attraversando.
Cantautore finalista al concorso Camaleonte 2013 – Salone del Libro di Torino con un brano dedicato agli operai caduti alla Thyssen Krupp.

Autore del noir d’esordio “Morte nel Trullo”, giugno 2012, di “Qvimera”, 25 aprile 2013 e, nel Dicembre 2013, del noir “Il Pittore” che ha vinto il diploma d’onore all’opera inedita 2013 Premio Internazionale IL MOLINELLO e menzione speciale alla PROVINCIA in GIALLO 2014.

Nel Giugno 2014 ha pubblicato il DVD ‘Siamo i ribelli della montagna’, video intervista ai partigiani protagonisti della liberazione della Val D’Ossola nel 1944.

Luglio 2014, il libro di testimonianze sulle stragi di Stato “Una storia di tutti” in memoria delle vittime delle stragi.

Nel 2014 entra a far parte degli scrittori della nota casa editrice di gialli Fratelli Frilli Editori di Genova con la quale viene pubblicato “Milano non ha memoria” nell’ottobre del 2014, romanzo che vince il diploma d’onore al concorso Unica Milano come opera che ricorda le narrazioni di Scerbanenko.

Nel 2015 viene pubblicato, attraverso un progetto di crowdfunding che vede l’adesione di centinaia di lettori, il romanzo “Il barbiere zoppo – 1969 Una ragazza e la scoperta della Resistenza” che viene ripubblicato nell’Ottobre del 2015 dalla Infinito Edizioni con la prefazione di Lidia Menapace e che vince il diploma d’onore come una delle migliori opere edite italiane del 2015 al concorso internazionale IL MOLINELLO.

Nel Novembre del 2015 esce la seconda opera per conto della Fratelli Frilli “Sangue nel Redefossi”.

In Agosto 2016 il romanzo “Il Pittore“, tradotto in lingua Inglese, è uscito in formato e-book in tutto il mondo sulle piattaforme Amazon.

Acquista il Libro dall'Autore
Acquista il Libro su Amazon