“MILANO tra UTOPIA & RIVOLUZIONE” il nuovo romanzo

LA STORIA DI LIDIA E DELLA RIVOLUZIONE GIOVANILE DAL 1969 AL 1974.

Nel 1969 Lidia, giovane ragazza meridionale dal passato misterioso, si trasferisce a Milano in cerca di fortuna.

Andrà a vivere dallo zio materno che ha un laboratorio di sartoria a domicilio nel popolare quartiere di Lambrate, in via Buschi.

Il 12 dicembre mentre visita il Duomo assiste sgomenta all’attentato di piazza Fontana, e alla successiva morte in questura di Pinelli, il ferroviere anarchico.

Da quel momento inizierà il suo percorso di impegno sociale e politico con la scoperta del movimento del ’68/69, della musica rock e progressive, del femminismo, e dei movimenti di protesta di lavoratori e studenti.

La scoperta della sessualità libera e coinvolgente con Salvatore operaio della Innocenti, e l’amore più maturo con Francesco, ingegnere alla Sit-Siemens, con il quale concepirà una bambina. L’affacciarsi del terrorismo.

La vita di madre e di donna curiosa e attenta alla battaglia per il divorzio e in molti altri momenti salienti della vita del nostro Paese: dalle contestazioni giovanili, alle stragi di piazza Fontana a quella di piazza della Loggia, la morte di tanti giovani nelle manifestazioni di piazza, il tentago golpe di Junior Valerio Borghese, la comparsa delle droghe pesanti.

Lidia, donna e madre, passa attraverso le mille contraddizioni del suo tempo tra il 1969 e il 1974. Penserà che sia ancora possibile cambiare il mondo, TRA UTOPIA & RIVOLUZIONE, con un atteggiamento più maturo e disincantato, senza abbandonare la passione e l’idealità degli anni della rivolta e del “grande sogno” di liberazione di intere generazioni che verrà sacrificato, tradito e represso sull’altare del potere e degli interessi economici delle classi dominanti.

Il pensiero di una donna meravigliosa sempre impegnata a  ripartire dal basso con il cuore proteso verso un futuro migliore, senza mai dimenticare che la democrazia è il bene più prezioso, fragile come cristallo, che ci è stato consegnato dalla lotta di Liberazione dalla dittatura nazi-fascista.

Lascia un commento da Facebook

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *